In questo numero ... Stampa Email
"Lavoro liquido". Nuove professionalità nella società dei "lavori"

Il presente numero di MeTis, è dedicato al tema delle trasformazioni che la globalizzazione e la planetarizzazione dei processi produttivi, economico-finanziari, politici e sociali degli ultimi decenni hanno determinato nel mercato del lavoro, con la conseguente, continua riprogettazione dei “lavori” e la permanente ridefinizione delle professionalità e delle relative expertise.

 

 

 

 

La notizia della scomparsa di Zygmunt Bauman ci ha colto di sorpresa proprio mentre stavamo pensando a questo numero e rileggendo alcuni suoi testi, annotando le suggestioni con le quali ha saputo rappresentare magistralmente la società contemporanea, indagandone gli aspetti più controversi e “oscuri” ma, allo stesso tempo, offrendo considerazioni e riflessioni per un impegno (politico, sociale, professionale, etico) a cui tutti dovremmo sentirci chiamati in prima persona.

 

Il crollo delle ideologie, le dinamiche consumistiche, la sorveglianza e il controllo hanno determinato, ha sostenuto Bauman, un disorientamento e una condizione di permanente incertezza (di “liquidità”) che ha interessato tutti gli ambiti di vita e di esperienza del soggetto tra i quali, a nostro avviso, sicuramente il mondo del lavoro.

 

L’intento del numero è, dunque, tracciare analisi e proposte pedagogiche che, senza trascurarne le criticità, sappiano disegnare la “faccia buona” del lavoro: un lavoro innanzitutto dignitoso, ma soprattutto capacitante e autorealizzativo, quel lavoro che l’Ilo (Organizzazione mondiale del lavoro) definisce decent, ovvero buono e sano, che non inibisca ma anzi esalti la creatività dei singoli e delle organizzazioni. I saggi e i materiali proposti attraversano la relazione tra sapere pedagogico e formazione-lavoro, nella prospettiva dell’apprendimento permanente, diffuso e profondo (lifelong, lifewide, lifedeep). Ciò a partire dalla consapevolezza che l’idea di educazione al lavoro si sta trasformando potentemente, anche condizionata da una spinta europeista (OECD per es.) che invita a promuovere occupabilità e self-placement dei giovani in una società in cui il lavoro, più che trovarlo, bisogna imparare a cercarlo, inventarlo, riprogettarlo, governarlo in forma critica, costruttiva e creativa.

 

Alla formazione (e a chi si occupa di essa, sia sul piano della ricerca che della prassi educativa) spetta una sfida difficile: quella di educare al lavoro, attraverso il lavoro e sul lavoro, rivendicando la sua dimensione esistenziale ed educativa, dunque umana, in una prospettiva allargata all’intero pianeta.

 

INDICE - TABLE OF CONTENTS


L’EDITORIALE – EDITORIAL

Sguardi pedagogici sul lavoro

On Work. Pedagogical views

di  Isabella Loiodice, Daniela Dato

 

INTERVISTE – INTERVIEWS

Talking about Work Related-Learning and Career Guidance. In dialogue with the International Centre of Guidance Studies

di Carmen Colangelo

 

SAGGI – ESSAYS

Verso un lavoro più intelligente, lo scenario dello smartworking: Lavoro liquido e nuove “utopie interstiziali”.

Towards a brighter work, the “smart working” scenario: Liquid work and new “interstitial utopias”

di Giuditta Alessandrini

 

Criticità del lavoro ed istanze di orientamento nella formazione

Criticality of Work and Guidance Instances in Training

di Antonia Cunti

 

Apprendimento e formazione per la costruzione dell’identità del professionista adulto

Learning and education for professional identity development

di Isabella Loiodice

 

Il dilemma del lavoro liquido, dal posto fisso alla formazione permanente

The dilemma of the liquid labour. From “steady job” to “permanent education”

di Anna Maria Colaci

 

Liquidità vs Generatività: riqualificare e ripersonalizzare il lavoro ai tempi di Industry 4.0. Liquidity vs.

Generativeness: requalify and repersonalized the work in Industry 4.0

di Massimiliano Costa

 

Lavoro, ripartire dalla crisi.

Work: start again from the crisis

di Fabrizio d’Aniello

 

Teaching Reading in a digital age: didactic issues from an european perspective

di Ilaria Filograsso

 

Scuola e lavoro: un dialogo profondo sulle premesse culturali.

School and work: a deep dialogue on cultural presuppositions

di Laura Formenti, Alessia Vitale, Valentina Calciano

 

Dalle esigenze formative del mercato del lavoro alle strategie didattiche: il contratto, il progetto, il laboratorio

From the training needs of the labor market to the didactic strategies: the contract, the project, the laboratory

di Giuliano Franceschini

 

Degli stranieri sappiamo troppo poco”: la sfida della professione educativa nella relazione con i minori stranieri non accompagnati.

"We know too little about foreigners": the challenge of the educational profession in dealing with unskilled foreign children

di Silvia Guetta

 

L’occupazione che non c’è: pedagogia e retorica del lavoro tra Bauman, Rifkin e Méda

Occupation not available: pedagogy and rhetoric of work between Bauman, Rifkin, and Méda

di Emanuele Isidori, Maria Gabriella De Santis

 

Per una Pedagogia del Divenire umano.Riflessioni sul nesso formazione-lavoro-cambiamento nella modernità.

For a Pedagogy of Human Becoming. Reflections about the link training-work-change in a liquid modernity

di Viviana La Rosa

 

Verso una nuova antropologia del lavoro. Ricostruzione delle comunità e “competitività solidale”

Towards a new anthropology of work. Reconstruction of communities and "solidary competitiveness"

di Stefano Polenta

 

Contro lo scientific management.Cento anni dopo la Physiologiedutravail .

Lahy's Physiologie du Travail 100 years later: a criticism of Scientific Management

di Luigi Traetta

 

Dalla retorica del lavoro alla pedagogia del lavoro. Doveri, mestieri, bambini e ragazzi nella 'rivoluzione' letteraria di fine Ottocento.

From the rhetoric of work to the pedagogy of work. Duties, trades, children and youth in the literary revolution of the late 1800s

di Leonardo Acone

 

La liquidità dell’educatore: note per una formazione sostenibile.

The liquidity of the social educator: guidelines for a sustainable training

di Matteo Cornacchia, Elisabetta Madriz

 

Orientare/educare al lavoro. Nuovi scenari “liquidi” e multiculturali.

Orient/educate at work. New "liquid" and multicultural scenarios

di Gabriella D’Aprile

 

Entrepreneurship per un lavoro “diasporico”

Entrepreneurship to “diasporic work”

di Daniela Dato

 

Formare alla filosofia del credere

To educate to the philosophy of believing

di Daniela De Leo

 

Il “buon” lavoro nella storia della pedagogia. Un breve excursus storico sull’alternanza scuola-lavoro

The “good” work in the history of pedagogy. A brief historical excursus on school-work alternation

di Barbara De Serio

 

È tempo! Rispetto dei ritmi biologici, pedagogia della cura e peer-to-peer pedagogy nell’emergere conflittuale delle nuove figure professionali di accompagnamento alla nascita.

It’s time! Biological rythms respect, caring and peer-to-peer pedagogy in the conflictual emerging of new Birth Assistant Professionals

di Gabriella Falcicchio

 

La figura docente tra creatività e competenze.

The teaching figure between creativity and competences

di Monica Guerra, Federica Valeria Villa

 

Educare alla ricerca di sé per la gestione del cambiamento.

Educating to reflect on Self to deal with the change

di Francesco Lo Presti

 

Il gioco “liquido” in una società liquida: luci e ombre della “ludicizzazione” nella formazione.

The “liquid” game in liquid society: lights and shadows of “ludification” in lifelong learning

di Romina Nesti

 

Il tirocinio come strumento di formazione adeguata a una società liquida.

Apprenticeship as a training instrument adequate to a liquid society

di Franca Pesare

 

Educazione, lavoro e le fonti del pragmatismo pedagogico

Education, work and sources of educational pragmatism

di Stefano Oliverio

 

Il lavoro liquido in una società liquida: il ruolo delle competenze nella professionalizzazione

The liquid work in a fluid society: the role of skills in the professionalization

di Cristiana Simonetti

 

La creatività “liquida” nel mondo del lavoro: dal pragmatismo all’autorealizzazione

“Liquid” creativity in the working environment: from pragmatism to self-realization

di Roberto Travaglini

 

Educare l’infanzia in un mondo liquido.Una professionalità che investe sulle capacità personali per affrontare l’incertezza.

Educators and early childhood in a liquid society. Professionalism that invests in personal capabilities to tackle uncertainty

di Paola Zonca

 

Tra resistenza e ri-esistenza. Educare al lavoro liquido nella società dell’incertezza

Between resistance and re-existence. Educate to the liquid work in society of uncertainty

di Sergio Bellantonio

 

Economia circolare, green jobs e progettazione educativa: investimento per il futuro.

Circular economy, green jobs and education: investment in the future

di Sara Bornatici

 

Verso una professione possibile, oltre il mito del posto fisso: l’educatore in carcere minorile

Towards a possible profession, beyond the myth of the fixed place: the educator in juvenile prison

di Marco Brancucci

 

Il lavoro liquido nella società delle competenze: una formazione “camaleontica

Liquid work in the society of competencies: a “chameleon” training

di Rosaria Capobianco

 

L’ occupabilità come urgenza educativa

Employability as an educational urgency

di Valentina Cesarano

 

Promuovere le dynamiccapabilities nella sanità liquida: come “funziona/lavora” la Medicina di Famiglia

Fostering dynamic capabilities in liquid healthcare: How Family Medicine “works”

di Marika D’Oria

 

Lavoro liquido e processi di consapevolezza

Liquid work and awareness processes

di Maria Rosaria De Simone

 

Life under construction. Creatività “al lavoro.

Life under construction. Creativity at work

di Silvia Della Posta

 

La liquidità del lavoro educativo: dimensioni problematiche e possibilità.

Liquidity in educational work: problematic dimensions and possibilities

di Alessandro Ferrante

 

Transizioni professionali tra le promesse del lifelonglearning e il capitalismo cognitivo. Qualisfide per ilsaperepedagogico?

Professional transitions between lifelong learning promises and cognitive capitalism. What challenges for pedagogical knowledge?

di Andrea Galimberti

 

Nuovi scenari per l’invecchiamento attivo: educare all’oltre lavoro

New prospectives for Active ageing: educating to retirement

di Manuela Ladogana

 

Trasformare il disagio. Una riflessione sulla figura del dottorando come studente-lavoratore

Transforming disconfort. A reflection about PhD candidate as student-worker

di Stefano Landonio

 

Insegnare e imparare al museo nella società dell’ipericonicità e dell’estetica diffusa.

Teach and learn the museum in the society of hypericonic and widespread aesthetics

di Virginia Magoga

 

Il Lavoro e le pratiche di collaborazione: educare al lavoro ripartendo dalle relazioni

Work and collaboration practices. Education to work starting from relationships

di Marco Manca

 

La persona al centro delle politiche del lavoro.

People centrality in labor policies

di Francesco Mansolillo

 

Work basedlearning: uno dei pilastri del lavoro “liquido”

Work-based learning: one of the liquid work pillars

di Valerio Marcone

 

La Giustizia del minore conteso. Un nuovo scenario pedagogico

The Justice of a contended minor. A new pedagogical scenario

di Federica Matera

 

Transizioni lavorative e costruzione del sé professionale. Per un contributo della pedagogia nell’attuale mondo del lavoro

Work transitions and construction of the professional self. The contribution of pedagogy in the present world of work

di Manuela Palma

 

Introduzione a Youtube, una lettura pedagogica. Persone, prospettive lavorative, presente e futuro

Introduction to Youtube, a pedagogical readout. People, prospects of jobs, present and future

di Carmen Petruzzi

 

La dimensione informale degli apprendimenti: sviluppare “possibili” traiettorie nella direzione del lavoro

The informal dimension of learning: developing  “possible" trajectories in the direction of work

di Claudio Pignalberi

 

Appunti pedagogici sull’esperienza del lavoro flessibile

Pedagogical notes about the experience of flexible work

di Matilde Pozzo

 

Meta-competenze a lavoro. Orientare attraverso il pensiero metaforico

Meta-competences at work. Guidance through metaphorical thinking

di Alessandra Priore

 

Lavoro "dematerializzato" e lavoro "materializzato" nell'età della tecnica: prospettive pedagogiche e didattiche

"Dematerialized" and "materialized" work in the Age of Technique: pedagogical and didactic outlooks

di Pasquale Renna

 

Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile tra lavori verdi e formazione

The 2030 Agenda for Sustainable Development between green jobs and education

di Orietta Vacchelli

 

BUONE PRASSI – GOOD PRACTICES

Employability e transizioni in un mondo del lavoro che cambia. Il progetto PRIN EMP&CO

Employability and transitions in a changing labour market. The PRIN EMP&Co. Project

di Vanna Boffo e Gaia Gioli

 

Professionalità emergenti nella società digitale: l’innovation designer

Emerging professionalism in the digital society: the innovation designer

di Pierpaolo Limone, Anna Dipace, Claudia Bellini, Felicita Stefania Campanaro

 

The University and the Permanent Learning asresources for employability in a Liquid Modernity

di Manuela Gallerani, Paolo Di Rienzo, Maria Ermelinda De Caro

 

Sindrome Burn-out e coinvolgimento in un campione di lavoratori

Burnout Syndrome and engagement in an employers sample

di Valeria Caggiano e Andrea Bellezza

 

Modelli di “core competence” dei profili professionali in uscita dai percorsi universitari per facilitare l’ingresso nel mondo del lavoro

Four models to define “core competences” as a bridge between education and labour

di Antonella Lotti

 

Educatori domani: contro l’immobilità

Educators tomorrow: against immobility

di Gianni Nuti

 

Professionisti educativi di secondo livello e le sfide del lavoro liquido. Cronaca di un percorso di tirocinio universitario

Adult educators and the challenge of liquid work. Report of a Univeristy traineeship program

di Cristina Palmieri, Marina Barioglio, Maria Benedetta Gambacorti Passerini, Tania Morgigno

 

Educar en lo cotidiano: una experiencia de formación parental

Educare nella vita di tutti i giorni: un’esperienza di formazione alla genitorialità

Educating in the everyday: an experience of parental training

di Alessandra Altamura e Susana Torío López

 

Bdc2: un percorso di auto-orientamento in uscita per promuovere l’occupabilità dei laureandi e neolaureati dell’ateneo federiciano

BdC2: a path of auto-guidance made at the end of studies, in order to promote the employability of students about to undergraduatesand graduates within the University of Naples Federico II

di Marianna Capo

 

Service Learning: un approccio pedagogico per la formazione dello studente, del cittadino e del lavoratore

Service Learning: a pedagogical approach for the development of the citizen, the student and the worker

di Lorenza Orlandini

 

Il lavoro è tutto ciò che abbiamo? Riflessioni pedagogiche su un plastico

Is our work everything we have? Pedagogical reflections on a diorama

di Jole Orsenigo

 

L’Entretien d’explicitation. Un metodo di ricerca originale

L’Entretien d’explicitation. An original method of enquiry

di Padma Ramsamy-Prat

 

La formazione alla ricerca come pratica di apprendimento collaborativo dall’università ai workplace

The research training as collaborative learning practice from university to workplace

di Alessandra Romano

 

RECENSIONI – REVIEWS

Costa, M. (2016). Capacitare l’innovazione. La formatività dell’agire lavorativo. Milano: FrancoAngeli

di Isabella Loiodice

 

Ladogana, M. (2016). Progettare la vecchiaia. Una sfida per la pedagogia. Progedit: Bari

di Antonella Cagnolati

 

Annacontini, G. et alii (2016). EDA nella contemporaneità. Teorie, pratiche e contesti in Italia. Speciale di “MeTis”. Bari: Progedit

di Alice Baldazzi

 

Cerrocchi, L., & Cavedoni, F. (2016). La cura educativa per il reinserimento sociale di detenuti in Esecuzione Penale Esterna. Milano: FrancoAngeli

di Carolina Maestro

 

Attinà M., & Martino, P. (2016). L’educazione sospesa tra reale e virtuale. Cava de’ Tirreni (SA): Areablu edizioni

di Annalisa Pedana

 

Tienken, Ch. H. (2016). Defying Standardization. Creating Curriculum for an Uncertain Future. USA: Rowman and Littlefield

di Andrea Regan

 

Loiodice, I., & Dato, D. (A cura di). (2015). Orientare per formare. Teorie e buone prassi all’università. Bari: Progedit

di Cristina Romano

 

Fadda, R. (2016). Promessi a una forma. Vita, esistenza, tempo e cura: lo sfondo ontologico della formazione. Milano: FrancoAngeli

di Veronica Vetrano